Marco, Autore presso NASTASI | import export mandorle

18 gennaio 2021

Motivo di orgoglio per tutta la Sicilia, la famosissima mandorla di Avola è considerata universalmente la regina delle mandorle. Questo prodotto di pregio cresce solo, come suggerisce il suo nome, nella zona circostante alla cittadina di Avola (SR), il cui territorio beneficia della vicinanza al mare e della presenza dei monti Iblei, che proteggono dai venti gelidi. Un microclima unico, in grado di conferire al cosiddetto “oro bianco” gusto ed eleganza impareggabili.

Guscio duro e liscio dai pori piccoli, seme dalla forma piatta e ovale, la mandorla di Avola ha croccantezza e sapore unici. Ma le sue qualità non sono solo gustative. Numerose sono le sue proprietà benefiche. È ricca di principi nutritivi tra cui: vitamina E e B2, potassio, magnesio, ferro, fosforo, calcio e fibre, oltre che ad oli della famiglia Omega3 e Omega6 (utili contro le malattie del sistema cardiocircolatorio). Per questo il loro consumo costante, all’interno di una sana e corretta alimentazione, può apportare innegabili benefici all’organismo.

Pizzuta, Fascionello, Corrente e Gemella: sono i cultivar in cui si declina la bontà della famosa mandorla di Avola. Ciascuna di queste tipologie assume caratteristiche che la rendono unica nel suo genere, ma insieme formano una famiglia di eccellenza, apprezzatissima da tutti i settori gastronomici. Una risorsa agricola importante, che la Lorenzo Nastasi & Co ha l’onore di lavorare da sempre e commercializzare con passione, gusto e competenza.


18 gennaio 2021

Le mandorle sono frutti dalle innumerevoli proprietà benefiche. Grazie all’elevato contenuto di sali minerali, grassi sani e proteine sono considerate lo snack perfetto per gli sportivi.

Le proteine presenti in esse rinvigoriscono le fasce muscolari dopo qualsiasi tipo di sforzo fisico; il calcio aiuta a prevenire il rischio di possibili fratture in palestra o durante un’intensa attività fisica; mentre i grassi sani e le fibre presenti nella buccia aiutano ad allievare i sintomi della fame.

Insomma, le mandorle sono perfette sia come spuntino pre e post allenamento. A chi ama condurre un’alimentazione sana e svolge regolarmente sport, gli esperti consigliano di assumere una razione di almeno 23 mandorle al giorno.

Quindi, procuratevi una piccola scatola o una bustina, riponete all’interno di esse la giusta quantità di mandorle e portatale sempre con voi per ricevere, in qualsiasi momento, la carica giusta senza mai appesantirvi.


20 ottobre 2020

Tra tutte le tipologie di frutta secca consumate al mondo, le mandorle sono quelle più acquistate e consumate. Frutto del mandorlo, una stupenda pianta appartenente alla famiglia delle Rosaceae e caratterizzata, come si evince dal nome, da dei peculiari fiori rosati, la mandorla è un piccolo seme oleoso ricco di numerose proprietà nutritive.

Tra tutte le proprietà della mandorla, vogliamo evidenziare quelle antiossidanti che aiutano a contrastare lo stress ossidativo a cui sono soggette le cellule del nostro corpo, rallentando così l’invecchiamento cellulare; quelle antinfiammatorie che contribuiscono ad alleviare le infiammazioni intestinali, renali, polmonari e urinarie; quelle energizzanti poiché, essendo ricche di calcio, magnesio e ferro, fungono da integratori naturali; ed infine quelle antidepressive, le mandorle sono, infatti, un vero toccasana per l’umore in quanto possiedono tirosina e triptofano, aminoacidi conosciuti per la loro capacità di stimolare i neurotrasmettitori che influiscono sul buonumore.

Grazie a queste proprietà, la mandorla risulta essere un alimento completo e benefico per l’essere umano. Gli esperti consigliano un consumo quotidiano di circa 30 g di mandorle al fine di apportare all’organismo un’elevata quantità di proteine, vitamine e sali minerali. 


24 gennaio 2019
r1-1280x1045.jpg

Ingredienti

  • 20 foglie di basilico
  • mezzo spicchio di aglio (facoltativo solo se lo gradite io non l’ho messo)
  • 40 gr di mandorle siciliane sgusciate
  • 2 cucchiai di parmigiano grattugiato
  • olio d’oliva q.b
  • un pizzico di sale

Preparazione

Lavate bene ed asciugare le foglie di basilico private del rametto. Unite tutti insieme gli ingredienti nel  frullatore e aggiungere poco alla volta l’olio. Frullando ci si rende conto della consistenza del pesto e della necessità di aggiungere altro olio in base ai propri gusti.

Una volta ottenuta una crema vellutata, assaggiate il pesto e se lo ritenete necessario aggiungete un pizzico di sale. Potete modulare gli ingredienti come meglio preferite in base ai vostri gusti aumentando il basilico o le mandorle  o il formaggio.

Buon appetito!


24 gennaio 2019
r3-1280x1045.jpg

Ingredienti:

  • 400 gr di mandorle siciliane NASTASI pelate
  • 250 gr di zucchero
  • un cucchiaio di miele d’arancio (o miele millefiori)
  • 50 gr di cubetti di scorza di arancia
  • un limone

Prendi le mandorle pelate e tostale, lasciale intiepidire e, nel frattempo, metti a scaldare a fiamma bassa un tegame con il fondo spesso. Aggiungi lo zucchero e senza mescolare, attendi che si sia sciolto del tutto. Quando lo zucchero si sarà completamente sciolto e sarà diventato caramello, aggiungete le mandorle Nastasi.

Successivamente, aggiungete al composto, un cucchiaio colmo di miele d’arancio ed amalgamate il tutto finché il composto è ancora caldo. Alzate la fiamma e mescolate continuamente con l’aiuto di un cucchiaio di legno. Anche se inizialmente il composto vi sembrerà troppo compatto, si scioglierà nuovamente.

Non appena comincerete a mescolare il composto senza troppa difficoltà, spegnete il fuoco e aggiungete i cubetti di scorza di arancia ed amalgamateli. Versate il composto su un piano di marmo oleato o in alternativa su una leccarda rivestita con della carta forno leggermente oleata e distribuite lo zucchero in modo uniforme.

Quando il torrone si sarà intiepidito, bastano due minuti, potete procedere a tagliarlo in piccoli pezzi della stessa forma. Non fatelo raffreddare troppo perché altrimenti correte il rischio che lo zucchero si solidifichi rendendo il taglio difficile e faticoso.


24 gennaio 2019
r2-1280x1045.jpg

Ingredienti

  • buccia di un mandarino
  • buccia di limone
  • buccia di arancia
  • 100 g di mandorle pelate Nastasi
  • 2 albumi
  • 60 g di zucchero
  • succo di limone, un cucchiaino circa

Per preparare gli amaretti agrumi e mandorle inizia pelando i vari agrumi con un pelapatate, successivamente tritale molto finemente ed aggiungi dello zucchero. Adesso è il turno delle mandorle Nastasi: tritale finemente. Comincia a lavorare gli albumi delle uova insieme ad un pizzico di sale finché non diventeranno spumosi.

A questo punto, versa tutti gli ingredienti: mandorle, zucchero e bucce in una ciotola, aggiungi insieme all’albume un po’ alla volta per evitare che l’impasto perda la consistenza spumosa. Prepara quindi con le mani delle piccole porzioni di composto per formare dei tondi e ripassali nello zucchero semolato.

Completato questo passaggio, sistema gli amaretti agli agrumi e mandorle su una leccarda ricoperta da carta forno e aggiungi una mandorla intera sopra il composto. Infine, inforna gli amaretti per 15 minuti a 180° con il forno ventilato. Sforna e lascia raffreddare.

Ecco, i vostri amaretti agli agrumi e mandorle Nastasi sono pronti!


Dove Siamo

Corso
Gaetano D'Agata, 18
96012 Avola (SR)

Contrada Chiusa di Carlo
S.S. 115 km 4
96012 Avola (SR)

Contattaci

+39 0931 564832

+39 0931 564535

lorenzo.nastasisrl@gmail.com

Privacy Policy Cookie Policy